Top ten dei 10 serpenti più velenosi del mondo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
26 febbraio 2015 Il crotalo è il decimo serpente più pericoloso

Nel mondo ci sono migliaia di serpenti, di cui alcuni potenzialmente mortali per l’uomo, in questo articolo vi parleremo dei dieci serpenti più velenosi del pianeta spiegandovi brevemente l’effetto del loro veleno sull’essere umano.

10

SERPENTE A SONAGLI

Il crotalo è il decimo serpente più pericoloso
photo credit: Gregory “Slobirdr” Smith(license)


Unico serpente americano nella lista, il Serpente a sonagli è facilmente identificabile dal grosso sonaglio che ha alla fine della coda. I serpenti a sonagli o crotali fanno parte della famiglia dei viperidi, e sono in grado di colpire fino a 2/3 della lunghezza del loro corpo. Il Crotalo diamantino orientale è considerato il serpente a sonagli più velenoso del Nord America. Una cosa molto strana è che i piccoli sono considerati più pericolosi degli adulti, a causa della loro incapacità di controllare la quantità di veleno iniettato. La maggior parte delle specie di serpenti a sonagli, hanno un veleno emotossico, che una volta iniettato distrugge i tessuti, degenerando gli organi e provocando coagulopatia (interruzione della coagulazione del sangue). Il morso di un crotalo non è mortale se curato tempestivamente, ma può portare alla perdita degli arti colpiti. Di solito il morso si manifesta con difficoltà respiratorie, paralisi, bava e una massiccia emorragia. Tuttavia i vari sieri e le varie cure riducono il tasso di mortalità a meno del 4%.

9

VIPERA DELLA MORTE

La vipera della morte è il nono serpente più velenoso
photo credit: Bill McChesney(license)

La Vipera della morte si trova in Australia e Nuova Guinea.  È un serpente con una dieta molto varia che comprende topi ma anche altri serpenti. Ha la testa a forma triangolare, e una dimensione massima di 80cm, con un corpo molto tozzo. Di norma, il suo morso se non trattato è uno dei più pericolosi al mondo. Il veleno è neurotossico, dunque causa la paralisi degli arti e degli organi vitali, e può causare la morte entro 6 ore, procurando un’insufficienza respiratoria. I sintomi di solito si percepiscono entro 24-48 ore. Il suo morso è curabile, grazie anche alla lenta progressione dei sintomi. La vipera della morte è uno dei serpenti più veloci al mondo per quanto riguarda l’attacco, difatti ci mette solo 0,13 millesimi di secondi a mordere, con un tasso di mortalità del 50 %.

8

VIPERA DI RUSSEL

La vipera di Russel è l'ottavo serpente più velenoso
photo credit: Symphoney Symphoney(license)

La Vipera di Russel si trova principalmente in Medio Oriente e in Asia centrale, in particolare India, Cina e Sud Est Asiatico. Ha un veleno che causa immediato dolore nella zona colpita, immediatamente seguita da gonfiore dell’arto interessato, sanguinamento soprattutto a carico delle gengive e un calo della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca. La vipera avendo un veleno emotossico causa la necrosi dell’arto, che generalmente è limitata ai muscoli vicino il morso, ma in casi gravi può espandersi. Altri sintomi sono vomito e gonfiore facciale che avvengono in circa un terzo di tutti i casi, il malore può durare per 2-4 settimane. Spesso, le cause della morte sono: setticemia respiratoria o insufficienza cardiaca.

7

COBRA DELLE FILIPPINE

photo credit: Angusticeps(license)
photo credit: Angusticeps(license)




La maggior parte delle specie di Cobra non sarebbero da top ten, tuttavia il Cobra delle Filippine fa un eccezione. Il suo veleno è il più mortale di tutte le specie Cobra, ed è in grado di sputare il suo veleno sino a tre metri di distanza. Il veleno è neurotossico e dunque colpisce le funzioni vitali, quali la respirazione e il battito cardiaco, può causare la paralisi respiratoria e la morte in 30 minuti. Il morso provoca danni ai tessuti, difatti, le neurotossine interrompono la trasmissione dei segnali nervosi legandosi alle giunzioni neuromuscolari vicino i muscoli. I sintomi possono includere mal di testa, nausea, vomito, dolore addominale, diarrea, capogiri, collasso e convulsioni.

6

SERPENTE TIGRE

Il serpente tigre è il sesto serpente più velenoso
photo credit: Matthias Liffers(license)

Il Serpente tigre vive in Australia, ha un veleno neurotossico molto potente che può causare la morte di un uomo adulto in 30 minuti, ma solitamente avviene in 6-24 ore. Prima dello sviluppo dell’antiveleno, il tasso di mortalità del Serpente tigre era del 60-70%. I sintomi possono includere dolore localizzato alla regione colpita, provocando formicolio, intorpidimento e sudorazione, seguito da una rapida insorgenza di difficoltà respiratoria e paralisi. Il Serpente tigre tende generalmente a fuggire dinanzi all’uomo, ma può diventare aggressivo quando viene messo con le spalle al muro.

5

MAMBA NERO

Il mamba nero è il quinto serpente più velenoso
photo credit: Herman Pijpers(license)

I Mamba nero si trovano in molte parti del continente africano. Sono noti per essere molto aggressivi, e sono dotati di una precisione micidiale nel morso. Sono anche i serpenti terrestri più veloci del mondo, in grado di raggiungere una velocità di 20 km/h. Questi serpenti temibili possono colpire fino a 12 volte di fila. Un solo morso è in grado di uccidere 10-25  uomini adulti.  Il veleno è una neurotossina con un’azione molto rapida, 0,25 mg di veleno sono sufficienti per uccidere un essere umano nel 50% dei casi. Il sintomo iniziale del morso consiste in un forte dolore locale, poi la vittima inizia ad accusare una sensazione di formicolio in bocca e alle estremità degli arti, visione doppia, visione a tunnel, grave confusione, febbre, salivazione eccessiva (compresa la formazione di schiuma dalla bocca e dal naso) e pronunciata atassia (mancanza di controllo muscolare). Se la vittima non riceve cure mediche, i sintomi rapidamente progrediscono, arrivando, ad un  intenso dolore addominale, nausea, vomito, pallore e paralisi. Il tasso di mortalità è quasi del 100%, tra i più alti di tutti i serpenti velenosi. A seconda della natura del morso, la morte per morso di Black mamba può avvenire in qualsiasi momento tra 15 minuti e 3 ore.

4

TAIPAN

Il taipan è al quarto posto nei più velenosi
photo credit: Denise Chan(license)

Il Taipan è un serpente che proviene dall’Australia, il veleno di questo serpente è abbastanza forte da uccidere fino a 12.000 cavie, una volta iniettato nel corpo  forma dei coaguli di sangue, bloccando arterie o le vene. È anche altamente neurotossico, prima dell’avvento dell’antidoto, non ci sono stati superstiti noti di un morso di Taipan, e la morte di solito avviene nel giro di un’ora. Anche con la somministrazione dell’ antidoto, la maggior parte delle vittime resta in ospedale a lungo a causa dei danni riportati.

3

BUNGARO FASCIATO

Il bungaro fasciato o Krait è sul podio dei serpenti più vpericolosi
photo credit: Carl Malamud(license)

Il Bungaro fasciato si trova in tutto il Sud-Est asiatico e in Indonesia, il 50% delle persone morse da questo serpente muore. I bungaro cacciano e uccidono altri serpenti, spesso altri esemplari della stessa specie. È un serpente molto timido e spesso tenta di nascondersi, piuttosto che combattere. Il veleno è una neurotossina, 16 volte più potente di quello di un Cobra. Induce rapidamente paralisi muscolare impedendo alle terminazioni nervose di rilasciare correttamente la sostanza chimica che invia il messaggio al successivo nervo. Questa situazione è seguita da una massiccia sovraeccitazione (crampi, tremori, spasmi). Fortunatamente, i morsi di bungaro fasciato sono rari a causa della loro natura notturna. Prima dello sviluppo della antiveleno, il tasso di mortalità era del 85%. Anche se l’antidoto viene somministrato in tempo, la sopravvivenza non è assicurata. La morte di solito avviene entro 6-12 ore.

2

SERPENTE BRUNO ORIENTALE

Il serpente bruno orientale si guadagna il secondo posto tra i serpenti più velenosi
photo credit: Takver(license)

Il Serpente bruno orientale vive in Australia, ed è il secondo serpente più velenoso del mondo, una goccia del suo veleno è sufficiente per uccidere un essere umano adulto. Purtroppo, il suo habitat preferito comprende anche i maggiori centri abitati dell’Australia. Il Serpente bruno, può essere aggressivo in certe circostanze ed è noto per la capacità di rincorrere i suoi aggressori mordendoli più volte. Anche i suoi cuccioli possono uccidere un essere umano. Il veleno contiene sia neurotossine e coagulanti del sangue, dunque blocca la respirazione ed il battito cardiaco coagulando allo stesso tempo il sangue nelle vene. Fortunatamente i cuccioli non sempre iniettano il veleno difatti cercano sempre di fuggire e mai di attaccare.

1

TAIPAN OCCIDENTALE

Il Taipan occidentale è in assoluto il serpente più velenoso e pericoloso al mondo
photo credit: grace_kat(license)

Il Taipan occidentale è il serpente più velenoso del mondo e merita di sicuro il primo posto. Ha il veleno più tossico di qualsiasi altro serpente del mondo. La resa massima registrata per un morso è 110 mg, sufficiente per uccidere circa 100 esseri umani, o 250.000 topi! È 50 volte più velenoso del Cobra comune. Fortunatamente, il Taipan occidentale non è particolarmente aggressivo e gli incontri con gli esseri umani sono molto rari. Stranamente, infatti, non sono mai stati registrati casi di morte da morso di Taipan occidentale, anche se potrebbe potenzialmente uccidere un essere umano adulto in 45 minuti.

Se vuoi saperne di più sui serpenti velenosi acquista il libro “Serpenti Velenosi” di M. Calori e F. Davanzi.

Serpenti velenosi

Questo articolo ti è piaciuto? Dagli un voto, non ti costa nulla e ci vuole un secondo!

Additional images:

Product Thumbnail Product Thumbnail

Price: 18,08

Buy Now

Potrebbe interessarti anche

Questo articolo ti è piaciuto? Dagli un voto, non ti costa nulla e ci vuole un secondo!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Omar Bezzine

Sono un allevatore di rettili e anfibi, coltivo questa passione da quando ero piccolo leggendo libri e tenendomi sempre informato su tutto quello che riguarda questi splendidi animali sia in natura che nell'ambito dell'allevamento. Ultimamente mi sto specializzando nell'allevamento dell'Heterodon nasicus nasicus e di raganelle africane.

8 thoughts on “Top ten dei 10 serpenti più velenosi del mondo

  1. non sono assolutamente d’accordo sul fatto che il crotalus adamanteus, da voi definito più impropriamente diamantino orientale ,il diamantino è solo orientale il diamantino occidentale si chiama atrox è un refuso derivato dal tentativo di italianizzare la dizione inglese passando dal latino del nome scientifico!
    ma tornando al veleno del crotalus adamanteus possiamo dire che il crotalo americano che ha più veleno non che il più velenoso !
    le sue ghiandole contengono nell’adulto che puo raggiungere anche i 2,5 m, ben 750 mg di veleno,il veleno però non così attivo biologicamente, la dl 50 è alta , superiore anche a quella del suo cugino occidentale (crotalus atrox leggermente più piccolo nelle dimensioni max) .
    i crotali più velenosi con veleno molto attivo sono altri :crotalus scutulatus che ha nel veleno la mojave toxins una neurotossina molto pericolosa in caso di avvelenamento ,altro con veleno molto attivo è crotalus viridis (4 sottospecie) un 24 enne di sana e robusta costituzione è morto per complicanze dopo il morso dopo solo 4 ore . altri crotali con veleno molto attivo sono tutti i crotali sudamericani perché hanno veleno neurotossico ,crotalus durissus (tutte le sottospecie) crotalus vegrandis anche il crotalus tigris ha un veleno molto attivo ma con ghiandole molto piccole pertanto risulta essere mediamente pericoloso. insomma l’adamanteus è pericoloso per la quantità di veleno non per l’attività biologica, i sintomi sono soprattutto locali dolore intenso edema ,necrosi e distruzione dei tessuti .

  2. Stavo guardando una trasmissione chiamata cacciatori di veleni, così sono capitata su questo sito! molto bello. La nostra vipera in Italia a paragone con questa top ten è proprio scarsa eh?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *