Connect with us

Accessori

Illuminazione per l’iguana verde, quali lampade scegliere

Published

on

La giusta lampadina per l'iguana verde  Illuminazione per l’iguana verde, quali lampade scegliere illuminazione iguana 1

L’iguana verde è uno dei rettili più tenuti in cattività, ma per allevarla in modo corretto bisogna garantire a questi animali un’ illuminazione adeguata.

Facciamo un po’ di chiarezza

Spesso i principianti si avvicinano al mondo del terrario e dei rettili acquistando quelli “più famosi”, tra questi vi è sicuramente l’iguana verde, uno splendido sauro sudamericano. Tuttavia spesso si ritiene che questo rettile essendo popolare sia anche molto facile da allevare. In parte questa supposizione è vera, infatti l’iguana tenuta in modo adeguato, non comporta grossi problemi di allevamento, ma l’errore più comune è quello di non garantirle una giusta illuminazione.

Tale errore spesso è dovuto alla confusione che si fa tra “riscaldamento” e “illuminazione”, infatti l’iguana provenendo da climi molto caldi, necessita di essere mantenuta alla giusta temperatura per poter sopravvivere, parimenti senza un’adeguata illuminazione questo rettile non può svolgere le sue normali funzioni vitali.

Solitamente queste esigenze in termini di calore e illuminazione si risolvono con l’istallazione di lampadine per rettili nel terrario. Ma è proprio in questo caso che i fraintendimenti iniziano a sorgere, infatti molti confondono le lampade riscaldanti basking o spot con le lampade o i neon UVA – UVB per rettili, credendo che le prime possano svolgere anche la funzione di illuminazione.

C’è luce e luce (per le iguana)

In effetti le lampade riscaldanti basking emettono un po’ di luce, tuttavia non emanano la giusta gamma di raggi di cui hanno bisogno le iguane. Per capire questa differenza dobbiamo comprendere come i rettili utilizzino il sole per vivere. Tutti sappiamo che i rettili sono animali a “sangue freddo” o meglio eterotermi, il cui tasso metabolico basso fa produrre poco calore ai loro corpi che si adeguando alla temperatura ambientale. Ecco perché necessitano di termoregolarsi esponendosi o sottraendosi ai raggi solari.

Questa nozione è piuttosto popolare e ci viene spiegata fina dall’infanzia nelle lezioni di scienza, quello che però molti professori tralasciano quando spiegano “la vita dei rettili” è che la luce o meglio i raggi solari per buona parte dei rettili non sono solo una questione di “calore”, infatti molti di loro come l’iguana appunto, necessitano di una gamma precisa di raggi solari per far funzionare correttamente il metabolismo.

I raggi di cui stiamo parlando sono gli UVA e UVB, i primi si rivelano utili per stimolare l’appetito, il comportamento riproduttivo e migliorano la forma fisica generale mentre i raggi UVB consentono all’iguana di sintetizzare la vitamina D e di metabolizzare il calcio, diversamente questi animali incorrerebbero certamente in malattie come la M.O.M (malattia osseo metabolica) che è tra le più comuni cause di morte nei sauri in cattività.

Ecco perché bisogna garantire entrambi i tipi di lampadine all’iguana, ma vediamo in dettaglio come sceglierle e utilizzarle:

Lampada riscaldante basking spot per iguana

Le lampade ricalanti per iguana sono disponibili in vari wattaggi e devono essere proporzionate alla grandezza del terrario. Emettono poca luce, sono finalizzate al riscaldamento e non producono raggi UVB. Vanno posizionate in una zona alta del terrario, ma anche in questo caso il posizionamento dipende dalle dimensioni dello stesso e bisogna fare diverse prove per ottenere la giusta temperatura che deve sostanzialmente soddisfare due fattori importanti:

  • la temperatura ambientale, che nel caso dell’iguana vedere deve essere di circa 24 C° nel punto più fresco e di 29C° nella zona calda;
  • la temperatura della zona basking, che è la parte più calda del terrario ovvero dove punta la lampadina che non deve mai superare i 31-35C°.

Dato che questa tipologia di lampada non è termostatabile, mi raccomando di fare tutte le dovute prove con l’ausilio di un termometro prima di inserire l’iguana nel terrario, onde evitare che possa surriscaldarsi o ustionarsi.

Per quanto riguarda la scelta di questo tipo d lampadina, ti consiglio di acquistare Zoo Med Repti Basking Spot Lamp. Si tratta di un prodotto storico nel campo delle terrariofilia, ho usato questa lampada fin dalle mie prime esperienze con i rettili verso la fine degli anni ’90 e posso affermare che si tratta di una lampadina Basking Spot che fa il suo dovere. Il rapporto qualità prezzo è buono. La caratteristica principale di questo modello è il riflettore doppio che concentra nel raggio il 35% di calore e della luce in più rispetto ad altre lampadine a riflettore. Se vuoi andare sul sicuro acquista questa lampadina su Amazon utilizzando il riquadro che trovi di lato.

Lampada riscaldante in ceramica per rettili

Se pensi di utilizzare un termostato per regolare la temperatura del tuo terrario per iguana, allora scegli una lampadina in ceramica, queste a differenza della precedente non emettono alcuna luce ma possono essere collegate a un termostato che le attiverà o disattiverà per mantenere sempre la temperatura impostata. In questo caso ti consiglio di acquistare la lampada riscaldante in ceramica 100w della Haquoss, che unita ad un buon termostato risulta un ottimo mezzo per riscaldare il terrario. Acquistala cliccando sul banner che trovi di lato.

Lampadina UVB per iguana

La scelta della lampadina UVB è molto importante, perché come abbiamo detto, i raggi emessi da questa sono di estrema importanza per il metabolismo. In questo caso dobbiamo scegliere una lampadina al 5.0 perché l’iguana essendo un sauro tipico della foresta pluviale riceve una quantità di raggi UV minore rispetto ad altri habitat in quanto, nella foresta pluviale sono frequenti le variazioni climatiche che generano nuvolosità e precipitazioni che riducono il periodo di esposizione ai raggi.

Per quanto riguarda le UVB ti segnalo la lampada UVB UVA 5.0 5% Repti UVB Glo compact da 26 watt della AQPET, un prodotto di ottima qualità che si sta facendo sempre più spazio tra gli appassionati. Il rapporto prezzo qualità è buono e con Amzon potrete averla a casa in pochissimo tempo.

Il produttore consiglia di collocarla a 30 centimetri dall’animale, che solitamente è anche la distanza media consigliata. In più ricordo che questo tipo di lampadina per rettili perde il 50% delle radiazioni nel giro di un anno quindi consiglio sempre di sostituirle regolarmente con cadenza annuale. Acquista comodamente la lampada UVA repti UVB Glo 5.0 UVB compact cliccando sul riquadro che trovi di fianco e garantisci alle tue iguane un’illuminazione adeguata e una vita sana in terrario.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accessori

Tartarughiere di terra: guida alla scelta

Published

on

Una testuggine di Hermann  Tartarughiere di terra: guida alla scelta testuggine 1

Se hai una tartaruga di terra e necessiti di un terrario per tartarughe, spesso chiamati tartarughiere di terra, leggi questo articolo in cui ti consigliamo i modelli migliori.

Le tartarughiere di terra sono indispensabili per chiunque abbia delle tartarughe di terra. Un normale terrario per rettili, spesso non è adatto a questo scopo, quindi è bene sapere quali siano le caratteristiche che deve avere un buon terrario per tartarughe di terra. In questo articolo ti darà queste informazioni e ti suggerirò alcuni modelli d tartarughiera che si prestano perfettamente come dimora per le tue tartarughe. Quindi se sei preoccupato di fornire alla tua nuova amica un ambiente sano e adeguato alle sue esigenze, non temere, sei capitato nel posto giusto. Seguendo i miei consigli puoi sapere esattamente quale modello scegliere per ospitare le tue tartarughe in un posto perfetto per il loro corretto allevamento.

Veniamo subito al dunque, senza troppi giri di parole. Non ti consiglio una tartarughiera fai da te, primo perché ci vuole molta pazienza e tempo per costruirne una, secondo perché se ne trovano in giro di ottime a prezzi veramente convenienti che non vale la pena perdere tempo a costruirla da soli. In commercio si trovano tanti terrari per tartarughe, spesso chiamati anche tartarughiere da terra, ma non tutti sono veramente adatti ad ospitare questi splendidi rettili. Le testuggini infatti hanno esigenze particolari e solo alcune teche per rettili si prestano bene al loro allevamento. Scopriamo quali sono.

In questo articolo:

Terrari per tartarughe in legno

Le tartarughiere da terra in legno sono di gran lunga le più utilizzate, non a caso si prestano perfettamente all’allevamento delle testuggini e sono anche le più comode perchè consentono di istallare cavi, luci e riscaldamento senza troppi problemi. Grazie a viti, un trapano e qualche chiodo è possibile fissare all’interno o all’asterno delle stesse qualsiasi cosa. Sono molto versatili e si adattano a tutte le esigenze. In questo caso anche i classici terrari per rettili con vetro frontale vanno bene, ma i sono dei modelli specifici per tartarughe che presentano anche un vetro supoeriore che sono particolarmente belli. L’uncio contro di questi modelli è l’aspetto della pulzia, che a diufferenza dei terrari in vetro è un po’ meno agevole, ma essendo fatti di legno impregnato, anche in questo caso non è molto diffeicile riuscire a pulirli adefuatamente.

Ecco alcuni modelli di terrario tartarughe in legno che ho selezionato per te su Amazon e che ti consiglio vivamente.

[amazon_link asins=’B00T0JRC94,B00C96V5ZM,B00Q1IHVY8′ template=’ProductGrid’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’73112ce4-b806-11e8-af81-5d213a457b71′]

Terrari per tartarughe in vetro

Le tartarughiere di terra, quasi scegliere per la tua tartaruga  Tartarughiere di terra: guida alla scelta tartarughiera di terra 1 821x600

Le tartarughiere i terra in vetro, come dicevo nel precedente paragrafo, sono quelle che si prestano meglio per la pulizia interna, tuttavia hanno la pecca di disperdere più velocemente il calore e di essere anche più delicate di quelle in legno. Una tartarughiera da terra in vetro può essere scelta per l’estetica che si addice ad ambienti con un design più moderno e ha anche il pregio di permettere una visione a 360° del rettile e di tutto ciò che c’è all’interno, quindi permettono di creare allestimenti spettacolari. Se decidi di optare per questo genere di terrario, ti suggerisco i modelli migliori che ho trovato su Amazon.

Ecco i modelli di terrario tartarughe in vetro che ho individuato per te.

[amazon_link asins=’B01BDCKH5Q,B0733ND2GQ’ template=’ProductGrid’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f160d6eb-b806-11e8-bbb9-29df88da7193′]

Recinti per tartarughe da giardino

Tartarughiere di terra   Tartarughiere di terra: guida alla scelta testuggine 1 leopardo 1 1 832x600
Chi ha un giardino, un cortile o un terrazzo farebbe bene durante la bella stagione a mettere le proprie tartarughe di terra in giardino. Questo giova particolarmente alla loro salute, perché permette alle stesse di godere dei benefici che il sole ha sui rettili. Tuttavia non è consigliabile lasciare le testuggini senza un adeguata protezione e in questo campo ci vengono in contro delle strutture originariamente pensate per altri animali come galline e conigli, stiamo parlano dei pollai da giardino che si prestano in modo a dir poco perfetto all’allevamento delle tartarughe in giardino.

Ecco i modelli di recinti per tartarughe da giardino che ho selezionato per te.

[amazon_link asins=’B01IT3BPQW,B01II840VU,B00O3MYIWM,B01N7UAL6H’ template=’ProductGrid’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4c1c60a7-b807-11e8-bf21-51c818bbf360′]

Per esemplari più grandi o per chi ha molte tartarughe adulte, questi recinti per cani o pollai di grosse dimensioni che trovi di seguito si prestano benissimo allo scopo.

[amazon_link asins=’B01M59PNP8,B01D1LZEKU,B01D1M0ZX0′ template=’ProductCarousel’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’0be20131-b808-11e8-8003-f7801834e76c’]

Continue Reading

Accessori

Come scegliere il terrario più adatto alle proprie esigenze e dove acquistarlo

Published

on

Come scegliere il terrario più adatto alle proprie esigenze e dove acquistarlo animal 1866944 1280 1

Sei alla ricerca di un terrario, ma non hai idea di come fare a scegliere quello giusto? In questo articolo potrai capire al meglio come procedere con l’acquisto del terrario adatto alle tue esigenze.

Innanzitutto dovrai scegliere il terrario in base al rettile che vorrai ospitare al suo interno, infatti, ogni specie necessita di avere  un determinato spazio, per via delle dimensioni che può raggiungere. Ad esempio, per detenere in modo consono un pitone moluro avrai bisogno di un terrario di dimensioni abbastanza grandi che consentirà al serpente di muoversi in tutta sicurezza.

Quali caratteristiche deve avere un buon terrario per rettili?

Innanzitutto un buon terrario per rettili deve possedere un sistema di aereazione che consentirà un continuo ricircolo dell’aria all’interno della teca stessa. Ciò è di fondamentale importanza in quanto permette di creare sia la zona calda che la zona fresca all’interno del terrario. Inoltre, un’altra caratteristica importante che un buon terrario deve avere è un’ottima chiusura dei vetri posti solitamente nella parte anteriore del terrario. Infatti, una chiusura ben realizzata, permette di mantenere la temperatura all’interno della teca sempre stabile, cosa che invece non accadrebbe con una chiusura mal realizzata che oltre ad essere pericolosa, consente al calore di fuoriuscire. Come ultima cosa bisogna valutare anche il tipo di legno adoperato per la realizzazione del terrario. In questo caso bisogna scegliere un legno robusto ma che allo stesso tempo non presenti schegge di legno che potrebbero ferire i rettili causando non pochi problemi.

Dove acquistare il terrario?

È possibile acquistare i terrari su internet tramite annunci o alcuni siti specializzati. In questo caso i terrari possono raggiungere cifre davvero alte. Io ti consiglio di acquistare il tuo terrario su Colors home. Su questa piattaforma hai la possibilità di prenotare il terrario più adatto a te. Nella sezione terrari potrai scegliere le dimensioni della teca e il colore, così da adattarlo al meglio ai tuoi gusti e all’arredamento della stanza in cui andrai a posizionarlo.  I terrari in questione sono realizzati completamente a mano per offrirti il meglio. Il materiale utilizzato per la realizzazione è studiato appositamente per trattenere il calore all’interno della teca evitando sbalzi termici ai suoi ospiti. Cosa aspetti ancora? Acquista subito il tuo terrario personalizzato su Colors Home in modo facile e veloce senza alcun tipo di problema.

Dove posizionare il terrario una volta acquistato?

Il posizionamento del terrario in casa è di fondamentale importanza. Infatti, non bisogna provocare troppo stress all’animale che vivrà al suo interno, quindi è sconsigliato posizionarlo in una stanza  ove durante l’arco della giornata ci sia molto movimento.  Il luogo perfetto per posizionare un terrario resta sempre la propria camera da letto oppure in una stanza della casa ben illuminata dove però c’è poco movimento durante l’arco della giornata. Infine è importante anche scegliere una stanza con una temperatura stabile, che magari sia leggermente al di sotto di quella del terrario durante il periodo estivo, così permettere un riciclo d’aria fresca all’interno del terrario.

Continue Reading

Accessori

Tartarughiere di terra: guida pratica alla scelta

Published

on

Guida alle tartarughiere di terra  Tartarughiere di terra: guida pratica alla scelta tartarughiere di terra e1503748470715 1

Se cerchi delle tartarughiere di terra sei nel posto giusto. In questo articolo ti guiderò alla scelta del modello migliore per garantire il meglio alle tue tartarughe di terra.

Ha appena preso la tua prima tartaruga di terra, ma non sai dove tenerla? Nessun problema con le tartarughiere di terra puoi allevare correttamente la tua tartaruga garantendole il giusto spazio e le migliori condizioni ambientali. Non tutti i modelli però sono adatti alle esigenze delle tue tartarughe di terra per cui in questa guida scopriremo inseme a quali caratteristiche bisogna badare per acquistare la migliore tartarughiera di terra.

Tartarughiere di terra: cosa sono?

Le tartarughiere di terra non sono altro che la versione terrestre delle classiche tartarughiere per tartarughe d’acqua, sono riservate esclusivamente alle tartarughe di terra. Il pratica si tratta di un terrario specifico per questo tipo di rettile. Non tutte le tartarughe di terra infatti, hanno bisogno di un terrario, perchè hanno esigenze diverse e vanno quindi allevate in una struttura con determinate caratteristiche.

Tartarughiere di terra: i modelli

Come detto precedentemente, non tutte le tartrughe hanno  bisogno di vivere in terrario, infatti quest’ultimo è più adatto alle tartrughe esotiche che hanno necessità di essere riscaldate quasi tutto l’anno. In questi casi i terrari fungono da piccole serre che mantengono stabile il calore emanato da sistemi di riscaldamento come le lampade in ceramica e i tappetini riscaldanti. Per le tartarughe di terra europee il discorso cambia, infatti queste ultime essendo originarie prevalentemente di luoghi con clima temperato, non necessitano di riscaldamento artificiale, quindi possono essere allevate in teche differenti dai classici terrari.

Proprio sulla base delle differenze evidenziate nel paragrafo precedente possiamo andare a individuare il modello migliore per la tipologia di tartaruga che abbiamo deciso di allevare. Se si tratta di una tartaruga esotica allora sarà meglio optare per una teca con caratteristiche più simili a un vero e proprio terrario, quindi chiusa abbastanza ermeticamente, con un vetro e un sistema di riscaldamento e di illuminazione per rettili. Se invece la tartaruga che hai deciso di prendere è una specie europea, allora sarà il caso di optare per le tartarughiere di terra. Questo modello, in realtà potrà essere utile anche con le tartarughe esotiche quando, durante la bella stagione, si deciderà di esporle alla luce naturale.

 Tartarughiere di terra, quale scegliere?

I modelli disponibili su mercato sono veramente tatti, tuttavia ci sono dei parametri ben precisi per rendersi conto se quella che stiamo per acquistare sia giusta per le nostre tartarughe. Abbiamo già parlato della differenza tra tartarughe esotiche e europee, ma un altro fattore importante nella scelta delle tartarughiere di terra è anche la dimensione degli animali che andranno ospitati all’interno delle stesse. Ovviamente anche il numero degli esemplari ha la sua importanza, per cui la relazione tra numero di tartarughe e dimensioni delle stesse va tenuto ben presente.

Queste teche sono adatte per ospitare le tartarughe di terra durante la bella stagione, per cui non sono da confondere con i ricoveri invernali dove invece trascorreranno l’inverno. Con le soluzioni che sto per suggerirti infatti, potrai tenere la tue tartarughe in cortile, in giardino o sul balcone, senza alcun problema. Le tartarughiere da terra infatti sono la soluzione ideale per gestire le tartarughe terrestri sia in casa sia all’esterno.

Se cerchi una soluzione per tartarughe di terra esotiche o comunque un modello più indicato per essere tenuto in appartamento, allora puoi optare per un terrario della Repiterra. Fatti in robusto e caldo legno, con ante in vetro, questi terrari sono molto performanti e adatti a ospitare anche le tartarughe esotiche più esigenti, grazie alla predisposizione per l’illuminazione e il riscaldamento.  Sono le tartarughiere di terra per eccellenza che grazie ai diversi formati si adattano bene ad ogni esigenza di spazio e arredamento.

[WooZoneProducts asin=”B01IA7D3ZI”][/WooZoneProducts]

Se invece intendi tenere le tue tartarughe all’esterno, ti consiglio di optare per le tartarughiere di terra in legno o metallo, scegliendo tra i diversi modelli che trovi nel nostro store, clicca qui per visionarle. Tra questi trovi soluzioni ideali per tutte le esigenze. Si tratta di recinti o pollai prefabbricati che sono ampiamente utilizzati come recinti per tartarughe di terra in quanto sono molto robusti, facili da montare e pratici. La scelta varia da modelli di piccole dimensioni fino a recinti molto grandi adatti anche alle tartarughe di grossa mole.

Considerazioni sulle tartarughiere di terra

In questa nostra panoramica sulle tartarughiere da terra abbiamo capito la differenza tra quelle destinate all’uso esterno e quelle invece adatte ad essere usate all’interno, in più abbiamo anche capito che la tipologia di tartarughiera di terra deve essere commisurata alla grandezza, al numero e anche alla specie di tartaruga che intendiamo allevare. Se hai bisogno di ulteriori informazioni ti invito ad utilizzare la sezione commenti che trovi in basso, sarò felice di rispondere alle tue domande.

Continue Reading

Archivi

Categorie

Trending