Connect with us

Accessori

Come scegliere il terrario più adatto alle proprie esigenze e dove acquistarlo

Published

on

Come scegliere il terrario più adatto alle proprie esigenze e dove acquistarlo animal 1866944 1280 1

Sei alla ricerca di un terrario, ma non hai idea di come fare a scegliere quello giusto? In questo articolo potrai capire al meglio come procedere con l’acquisto del terrario adatto alle tue esigenze.

Innanzitutto dovrai scegliere il terrario in base al rettile che vorrai ospitare al suo interno, infatti, ogni specie necessita di avere  un determinato spazio, per via delle dimensioni che può raggiungere. Ad esempio, per detenere in modo consono un pitone moluro avrai bisogno di un terrario di dimensioni abbastanza grandi che consentirà al serpente di muoversi in tutta sicurezza.

Quali caratteristiche deve avere un buon terrario per rettili?

Innanzitutto un buon terrario per rettili deve possedere un sistema di aereazione che consentirà un continuo ricircolo dell’aria all’interno della teca stessa. Ciò è di fondamentale importanza in quanto permette di creare sia la zona calda che la zona fresca all’interno del terrario. Inoltre, un’altra caratteristica importante che un buon terrario deve avere è un’ottima chiusura dei vetri posti solitamente nella parte anteriore del terrario. Infatti, una chiusura ben realizzata, permette di mantenere la temperatura all’interno della teca sempre stabile, cosa che invece non accadrebbe con una chiusura mal realizzata che oltre ad essere pericolosa, consente al calore di fuoriuscire. Come ultima cosa bisogna valutare anche il tipo di legno adoperato per la realizzazione del terrario. In questo caso bisogna scegliere un legno robusto ma che allo stesso tempo non presenti schegge di legno che potrebbero ferire i rettili causando non pochi problemi.

Dove acquistare il terrario?

È possibile acquistare i terrari su internet tramite annunci o alcuni siti specializzati. In questo caso i terrari possono raggiungere cifre davvero alte. Io ti consiglio di acquistare il tuo terrario su Colors home. Su questa piattaforma hai la possibilità di prenotare il terrario più adatto a te. Nella sezione terrari potrai scegliere le dimensioni della teca e il colore, così da adattarlo al meglio ai tuoi gusti e all’arredamento della stanza in cui andrai a posizionarlo.  I terrari in questione sono realizzati completamente a mano per offrirti il meglio. Il materiale utilizzato per la realizzazione è studiato appositamente per trattenere il calore all’interno della teca evitando sbalzi termici ai suoi ospiti. Cosa aspetti ancora? Acquista subito il tuo terrario personalizzato su Colors Home in modo facile e veloce senza alcun tipo di problema.

Dove posizionare il terrario una volta acquistato?

Il posizionamento del terrario in casa è di fondamentale importanza. Infatti, non bisogna provocare troppo stress all’animale che vivrà al suo interno, quindi è sconsigliato posizionarlo in una stanza  ove durante l’arco della giornata ci sia molto movimento.  Il luogo perfetto per posizionare un terrario resta sempre la propria camera da letto oppure in una stanza della casa ben illuminata dove però c’è poco movimento durante l’arco della giornata. Infine è importante anche scegliere una stanza con una temperatura stabile, che magari sia leggermente al di sotto di quella del terrario durante il periodo estivo, così permettere un riciclo d’aria fresca all’interno del terrario.

Continue Reading
2 Comments

2 Comments

  1. federica

    23/07/2018 at 17:29

    Grazie redazione per questi articolo ho comprato due terrari su colors e mi sono trovato davvero bene anche perchè è possibile personalizzare il terrario in base alle propre esigenze… continuate così

    • Francesco Capasso

      16/08/2018 at 11:31

      Grazie a te per averci dato la tua fiducia. Continua a seguirci 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Accessori

Tartarughiere di terra: guida alla scelta

Published

on

By

Una testuggine di Hermann  Tartarughiere di terra: guida alla scelta testuggine 1

Se hai una tartaruga di terra e necessiti di un terrario per tartarughe, spesso chiamati tartarughiere di terra, leggi questo articolo in cui ti consigliamo i modelli migliori.

Le tartarughiere di terra sono indispensabili per chiunque abbia delle tartarughe di terra. Un normale terrario per rettili, spesso non è adatto a questo scopo, quindi è bene sapere quali siano le caratteristiche che deve avere un buon terrario per tartarughe di terra. In questo articolo ti darà queste informazioni e ti suggerirò alcuni modelli d tartarughiera che si prestano perfettamente come dimora per le tue tartarughe. Quindi se sei preoccupato di fornire alla tua nuova amica un ambiente sano e adeguato alle sue esigenze, non temere, sei capitato nel posto giusto. Seguendo i miei consigli puoi sapere esattamente quale modello scegliere per ospitare le tue tartarughe in un posto perfetto per il loro corretto allevamento.

Veniamo subito al dunque, senza troppi giri di parole. Non ti consiglio una tartarughiera fai da te, primo perché ci vuole molta pazienza e tempo per costruirne una, secondo perché se ne trovano in giro di ottime a prezzi veramente convenienti che non vale la pena perdere tempo a costruirla da soli. In commercio si trovano tanti terrari per tartarughe, spesso chiamati anche tartarughiere da terra, ma non tutti sono veramente adatti ad ospitare questi splendidi rettili. Le testuggini infatti hanno esigenze particolari e solo alcune teche per rettili si prestano bene al loro allevamento. Scopriamo quali sono.

In questo articolo:

Terrari per tartarughe in legno

Le tartarughiere da terra in legno sono di gran lunga le più utilizzate, non a caso si prestano perfettamente all’allevamento delle testuggini e sono anche le più comode perchè consentono di istallare cavi, luci e riscaldamento senza troppi problemi. Grazie a viti, un trapano e qualche chiodo è possibile fissare all’interno o all’asterno delle stesse qualsiasi cosa. Sono molto versatili e si adattano a tutte le esigenze. In questo caso anche i classici terrari per rettili con vetro frontale vanno bene, ma i sono dei modelli specifici per tartarughe che presentano anche un vetro supoeriore che sono particolarmente belli. L’uncio contro di questi modelli è l’aspetto della pulzia, che a diufferenza dei terrari in vetro è un po’ meno agevole, ma essendo fatti di legno impregnato, anche in questo caso non è molto diffeicile riuscire a pulirli adefuatamente.

Ecco alcuni modelli di terrario tartarughe in legno che ho selezionato per te su Amazon e che ti consiglio vivamente.

[amazon_link asins=’B00T0JRC94,B00C96V5ZM,B00Q1IHVY8′ template=’ProductGrid’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’73112ce4-b806-11e8-af81-5d213a457b71′]

Terrari per tartarughe in vetro

Le tartarughiere di terra, quasi scegliere per la tua tartaruga  Tartarughiere di terra: guida alla scelta tartarughiera di terra 1 821x600

Le tartarughiere i terra in vetro, come dicevo nel precedente paragrafo, sono quelle che si prestano meglio per la pulizia interna, tuttavia hanno la pecca di disperdere più velocemente il calore e di essere anche più delicate di quelle in legno. Una tartarughiera da terra in vetro può essere scelta per l’estetica che si addice ad ambienti con un design più moderno e ha anche il pregio di permettere una visione a 360° del rettile e di tutto ciò che c’è all’interno, quindi permettono di creare allestimenti spettacolari. Se decidi di optare per questo genere di terrario, ti suggerisco i modelli migliori che ho trovato su Amazon.

Ecco i modelli di terrario tartarughe in vetro che ho individuato per te.

[amazon_link asins=’B01BDCKH5Q,B0733ND2GQ’ template=’ProductGrid’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f160d6eb-b806-11e8-bbb9-29df88da7193′]

Recinti per tartarughe da giardino

Tartarughiere di terra   Tartarughiere di terra: guida alla scelta testuggine 1 leopardo 1 1 832x600
Chi ha un giardino, un cortile o un terrazzo farebbe bene durante la bella stagione a mettere le proprie tartarughe di terra in giardino. Questo giova particolarmente alla loro salute, perché permette alle stesse di godere dei benefici che il sole ha sui rettili. Tuttavia non è consigliabile lasciare le testuggini senza un adeguata protezione e in questo campo ci vengono in contro delle strutture originariamente pensate per altri animali come galline e conigli, stiamo parlano dei pollai da giardino che si prestano in modo a dir poco perfetto all’allevamento delle tartarughe in giardino.

Ecco i modelli di recinti per tartarughe da giardino che ho selezionato per te.

[amazon_link asins=’B01IT3BPQW,B01II840VU,B00O3MYIWM,B01N7UAL6H’ template=’ProductGrid’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4c1c60a7-b807-11e8-bf21-51c818bbf360′]

Per esemplari più grandi o per chi ha molte tartarughe adulte, questi recinti per cani o pollai di grosse dimensioni che trovi di seguito si prestano benissimo allo scopo.

[amazon_link asins=’B01M59PNP8,B01D1LZEKU,B01D1M0ZX0′ template=’ProductCarousel’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’0be20131-b808-11e8-8003-f7801834e76c’]

Continue Reading

Accessori

Tartarughiere di terra: guida pratica alla scelta

Published

on

By

Guida alle tartarughiere di terra  Tartarughiere di terra: guida pratica alla scelta tartarughiere di terra e1503748470715 1

Se cerchi delle tartarughiere di terra sei nel posto giusto. In questo articolo ti guiderò alla scelta del modello migliore per garantire il meglio alle tue tartarughe di terra.

Ha appena preso la tua prima tartaruga di terra, ma non sai dove tenerla? Nessun problema con le tartarughiere di terra puoi allevare correttamente la tua tartaruga garantendole il giusto spazio e le migliori condizioni ambientali. Non tutti i modelli però sono adatti alle esigenze delle tue tartarughe di terra per cui in questa guida scopriremo inseme a quali caratteristiche bisogna badare per acquistare la migliore tartarughiera di terra.

Tartarughiere di terra: cosa sono?

Le tartarughiere di terra non sono altro che la versione terrestre delle classiche tartarughiere per tartarughe d’acqua, sono riservate esclusivamente alle tartarughe di terra. Il pratica si tratta di un terrario specifico per questo tipo di rettile. Non tutte le tartarughe di terra infatti, hanno bisogno di un terrario, perchè hanno esigenze diverse e vanno quindi allevate in una struttura con determinate caratteristiche.

Tartarughiere di terra: i modelli

Come detto precedentemente, non tutte le tartrughe hanno  bisogno di vivere in terrario, infatti quest’ultimo è più adatto alle tartrughe esotiche che hanno necessità di essere riscaldate quasi tutto l’anno. In questi casi i terrari fungono da piccole serre che mantengono stabile il calore emanato da sistemi di riscaldamento come le lampade in ceramica e i tappetini riscaldanti. Per le tartarughe di terra europee il discorso cambia, infatti queste ultime essendo originarie prevalentemente di luoghi con clima temperato, non necessitano di riscaldamento artificiale, quindi possono essere allevate in teche differenti dai classici terrari.

Proprio sulla base delle differenze evidenziate nel paragrafo precedente possiamo andare a individuare il modello migliore per la tipologia di tartaruga che abbiamo deciso di allevare. Se si tratta di una tartaruga esotica allora sarà meglio optare per una teca con caratteristiche più simili a un vero e proprio terrario, quindi chiusa abbastanza ermeticamente, con un vetro e un sistema di riscaldamento e di illuminazione per rettili. Se invece la tartaruga che hai deciso di prendere è una specie europea, allora sarà il caso di optare per le tartarughiere di terra. Questo modello, in realtà potrà essere utile anche con le tartarughe esotiche quando, durante la bella stagione, si deciderà di esporle alla luce naturale.

 Tartarughiere di terra, quale scegliere?

I modelli disponibili su mercato sono veramente tatti, tuttavia ci sono dei parametri ben precisi per rendersi conto se quella che stiamo per acquistare sia giusta per le nostre tartarughe. Abbiamo già parlato della differenza tra tartarughe esotiche e europee, ma un altro fattore importante nella scelta delle tartarughiere di terra è anche la dimensione degli animali che andranno ospitati all’interno delle stesse. Ovviamente anche il numero degli esemplari ha la sua importanza, per cui la relazione tra numero di tartarughe e dimensioni delle stesse va tenuto ben presente.

Queste teche sono adatte per ospitare le tartarughe di terra durante la bella stagione, per cui non sono da confondere con i ricoveri invernali dove invece trascorreranno l’inverno. Con le soluzioni che sto per suggerirti infatti, potrai tenere la tue tartarughe in cortile, in giardino o sul balcone, senza alcun problema. Le tartarughiere da terra infatti sono la soluzione ideale per gestire le tartarughe terrestri sia in casa sia all’esterno.

Se cerchi una soluzione per tartarughe di terra esotiche o comunque un modello più indicato per essere tenuto in appartamento, allora puoi optare per un terrario della Repiterra. Fatti in robusto e caldo legno, con ante in vetro, questi terrari sono molto performanti e adatti a ospitare anche le tartarughe esotiche più esigenti, grazie alla predisposizione per l’illuminazione e il riscaldamento.  Sono le tartarughiere di terra per eccellenza che grazie ai diversi formati si adattano bene ad ogni esigenza di spazio e arredamento.

[WooZoneProducts asin=”B01IA7D3ZI”][/WooZoneProducts]

Se invece intendi tenere le tue tartarughe all’esterno, ti consiglio di optare per le tartarughiere di terra in legno o metallo, scegliendo tra i diversi modelli che trovi nel nostro store, clicca qui per visionarle. Tra questi trovi soluzioni ideali per tutte le esigenze. Si tratta di recinti o pollai prefabbricati che sono ampiamente utilizzati come recinti per tartarughe di terra in quanto sono molto robusti, facili da montare e pratici. La scelta varia da modelli di piccole dimensioni fino a recinti molto grandi adatti anche alle tartarughe di grossa mole.

Considerazioni sulle tartarughiere di terra

In questa nostra panoramica sulle tartarughiere da terra abbiamo capito la differenza tra quelle destinate all’uso esterno e quelle invece adatte ad essere usate all’interno, in più abbiamo anche capito che la tipologia di tartarughiera di terra deve essere commisurata alla grandezza, al numero e anche alla specie di tartaruga che intendiamo allevare. Se hai bisogno di ulteriori informazioni ti invito ad utilizzare la sezione commenti che trovi in basso, sarò felice di rispondere alle tue domande.

Continue Reading

Accessori

5 accessori necessari per allevare un geco leopardino

Published

on

Accessori necessari per allevare il geco leopardino in terrario  5 accessori necessari per allevare un geco leopardino Allevamento geco leopardino 1

Ammettilo, anche tu sei rimasto affascinato dagli occhioni teneri del geco leopardino. E come darti torto, questo rettile è veramente irresistibile, ma anche piuttosto facile da allevare. Bastano 5 accessori, per garantire al tuo beniamino il giusto habitat per vivere bene e perché no, anche per riprodursi.

Non sei un esperto di rettili, forse non avevi mai pensato di prenderne uno, poi ti sei trovato per caso in un negozio di animali o in una fiera e hai notato un animaletto grassottello, il più delle volte molto colorato che ha attirato subito la tua attenzione. Così ti sei avvicinato per osservarlo meglio, e ti sei meravigliato quando improvvisamente hai notato che anche lui ti osservava e lo faceva con degli occhi larghi, scuri e pieni di espressività che uniti a una specie di sorriso sempre stampato in faccia, hanno letteralmente catturato la tua attenzione. Così senza pensarci troppo hai chiesto al venditore di cosa si trattava, “Eublepharis macularius o geco leopardino” ti ha risposto. Poi d’impulso avrai chiesto anche il costo e ti sarai compiaciuto del fatto che non era così alto come ti aspettavi.

È stato un colpo di fulmine, lo so. Poi però sei tornato alla “realtà” e siccome sei una persona responsabile, avrai detto: “accidenti io non ne so una cippa di rettili”, e disilluso avrai proseguito, lasciandoti alle spalle il geco leopardino. Ma ecco che per tutta la giornata non sei riuscito a toglierti dalla testa quel “faccino”, ormai quell’esserino ti aveva conquistato. Ecco perché ti sei messo dietro al computer e ha iniziato a fare delle ricerche su internet finendo su questo articolo.

Ora ti chiederai come faccia a sapere tutto ciò, semplice: ci sono passato anche io. Ed è per questo che voglio darti le giuste dritte per poter accogliere nella tua vita un geco leopardino. Credimi, il suo allevamento non è complicato, bastano pochi accessori per prepararti ad accogliere nel migliore dei modi il tuo nuovo amico. Già, perché prima di andare da un allevatore a comprarne uno è molto importante che tu sia già in possesso di tutti gli accessori necessari per ospitarlo. Quindi ora ti consiglierò gli accessori di base per allevare un geco leopardino, così non ti troverai impreparato.

Il terrario per il geco leopradino

Partiamo dall’accessorio più importante: il terrario, già potrebbe sembrarti banale, ma il terrario è non la “casa” del tuo geco, è il suo habitat, quindi va scelto con molta cura. Non puoi acquistare la prima scatola di vetro o di legno che ti capita a tiro, devi scegliere il modello con le giuste caratteristiche per questo tipo di rettile. Trattandosi di un rettile terricolo, non  bisogna prendere un terrario sviluppato in altezza, ma preferire quelli più lunghi che alti, perché il leopardino a differenza della maggior parte dei gechi non è in grado di arrampicarsi su superfici lisce, perché non presenta sui palmi i caratteristici cuscinetti che fungono da ventosa. per questo ti consiglio di acquistare un terrario da minimo 60 x “P” 30 x “H” 40 cm.  Con un terrario da 60 cm di lunghezza, 40 di altezza e 30 di profondità potrai ospitare 1 o 2 gechi leopardini, ma ovviamente puoi scegliere anche un modello più grande. Di seguito alcune delle soluzioni che abbiamo scelto per te. In tutti i modelli sono presenti le importantissime griglie di ventilazione e una comoda apertura frontale che favorisce tutte le operazioni di manutenzione e pulizia. Insomma, tra questi trovi sicuramente il terrario per geco leopardino che fa al caso tuo, acquistalo comodamente da Amazon tramite l’inserzione che trovi sotto. 

[amazon_link asins=’B001B5ATYK,B008N9LRCK,B00I4XM9EK,B006VC9V24′ template=’ProductCarousel’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’767ea9c7-0a04-11e9-a06e-13096ccb83f2′]

Tappetino riscaldante

[amazon_link asins=’B00GNBYUHE’ template=’ProductAd’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7fb2891b-0a02-11e9-b84e-95e00fbfefcf’] Un alto accessorio necessario per allevare il geco leopardino è il tappetino riscaldante che va posto al disotto del terrario. Non deve assolutamente coprire tutta l’estensione della teca, in quanto è necessario che il geco possa avere a disposizione una zona calda e una fredda. Per far sì che ciò avvenga devi prendere una tappetino più piccolo, personalmente ti consiglio il Tappeto Riscaldante per Terrario da 14 Watt Reptizoo da 28 cm x 28 cm. Questo prodotto è molto affidabile, secondo il produttore può essere utilizzato anche senza termostato vista la capacità di non riscaldare eccessivamente le superfici grazie anche ai pratici tappini che fungono da distanziatori, tuttavia ti consiglio sempre di collegarlo ad un termostato per poter tenere sotto controllo la temperatura. Acquista su Amazon questo tappetino riscaldante per geco leopardino cliccando sul box che trovi di fianco. 

Il termostato

[amazon_link asins=’B01DPE61HI’ template=’ProductAd’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’bc6a9536-0a00-11e9-a855-61d4bd41b4ae’] Come detto nel precedente paragrafo, il tappetino riscaldante va sempre associato ad un buon termostato, principalmente per 3 motivi fondamentali:

  1. Controllo. Con un termostato puoi sempre tenere sotto controllo la temperatura impostandola secondo le necessità della specie, grazie a una sonda che spegne questo strumento ogni qual volta l’ambiente raggiungerà la temperatura desiderata.
  2. Sicurezza. Il termostato previene il surriscaldamento del tappetino riscaldante evitando danni agli animali o pericolosi corto circuito.
  3. Risparmio. Con l’ausilio di un termostato avrai un grande risparmio dal punto di vista energetico perché il sistema di auto-spegnimento manterrà il tappetino acceso solo per il tempo necessario.

Detto ciò ti sarai sicuramente reso conto dell’importanza che il termostato ha nel terrario, ecco perché devi scegliere uno strumento di alta qualità. Personalmente ti consiglio il termostato Termocontrol della Haquos. Si tratta di un prodotto di alta qualità, di sicuro tra i migliori sul mercato: robusto, resistente e pratico da usare. Con Haquos si è sempre in buone mani e specialmente quando si tratta di termostati l’affidabilità è una della caratteristiche principali, ecco perché il mio consiglio ricade proprio su questo modello che può supportare fino a 500 W. Acquistalo cliccando sul box che trovi di fianco e ricevilo a casa tua grazie ad Amazon.

Termometro e Igrometro

[amazon_link asins=’B0042SQBIQ’ template=’ProductAd’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4c948e7f-0a01-11e9-a453-2d657de98188′] La temperatura va di pari passo con l’umidità nel terrario e il controllo di entrambe è indispensabile, se col termostato ci assicuriamo un buon funzionamento del tappetino riscaldante è anche vero che il terrario è un ambiente che richiede una zona calda e una fresca, quindi fino a 3 zone di temperatura diversa che vanno comunque monitorate, così come l’umidità che nel caso del geco leopardino non dovrà essere mai troppo alta. Per vere sempre sotto controllo i due valori devi introdurre nel terrario un termometro e un igrometro, per questo fa al caso tuo il Termometro Igrometro digitale della Sera, uno strumento preciso e affidabile, imprescindibile in ogni buon terrario. Usarlo è semplicissimo, basta inserirlo nella teca e osservare le due scale presenti nel quadrante, quella superiore indica la temperatura, mentre quella inferiore l’umidità dell’aria. Acquistalo nel box che trovi in qui e ricevilo velocemente a casa tua. 

Tana calda e fredda

[amazon_link asins=’B00I7ZHA58′ template=’ProductAd’ store=’anfibierettil-21′ marketplace=’IT’ link_id=’9c2cafc7-0a01-11e9-9f5a-6fc246e470cf’] Il geco leopardino ama stare molto tempo rintanato, quindi è importante fornirgli dei nascondigli dove possa trascorrere il suo tempo al “sicuro” ogni volta che ne avrà bisogno. Per questo dovrai inserire almeno due tane, una nella zona calda e un’altra nella zona fresca del terrario, così in base alle sue esigenze il tuo beniamino potrà spostarsi dalla “residenza estiva a quella invernale”. Per avere un ambiente ottimale e anche facile da gestire e pulire usa le tane in sughero, queste sono rifugi perfetti per i gechi leopardini.

Ovviamente questi sono solo i 5 accessori indispensabili per allevare un geco leopardino, ma ci sono  tanti altri accessori e arredi che potrai usare per tenere al meglio il tuo rettile. Per qualsiasi consiglio commenta pure l’articolo e sarà mia premura aiutarti. Intanto ti do il mio “in bocca al geco” 😉

Continue Reading

Archivi

Categorie

Trending