Connect with us

Guide

Come allevare un pitone reale

Published

on

Guida su come allevare un pitone reale come allevare un pitone reale Come allevare un pitone reale ef33b10820f51c3e81584d04ee44408be273ebd71ab4124195f8 1280 python 1

Hai deciso di prendere il tuo primo serpente? Scopri come allevare un pitone reale in questa guida. Prima di procedere con l’acquisto è giusto che tu ti stia informando su come allevare un pitone reale. Conoscere le esigenze dell’animale che si sta decidendo di allevare è un gesto responsabile che dovrebbe essere la norma per chiunque si avvicini a questo hobby. Il pitone reale (Python regius) è sicuramente uno dei serpenti più allevati in Italia, soprattutto tra i neofiti perché risulta piuttosto semplice da allevare. In questa guida non entrerò nel dettaglio per quanto riguarda argomenti come la riproduzione o l’accoppiamento per cui scriverò degli articoli di approfondimento dedicati esclusivamente a questi argomenti.

Qui il mio obiettivo è quello di darti le nozioni di base per accogliere in modo corretto il tuo primo pitone reale in casa. Come allevatore principiante devi porti degli obiettivi e prima di pensare ad un eventuale riproduzione devi concentrarti sul corretto allevamento nella fase di accrescimento. Quindi per darti delle indicazioni risponderò ad alcune delle principali domande che un principiante si pone in questa occasione, in questo modo ti darò i consigli su come allevare un pitone reale in modo sistematico e senza troppi giri di parole.

Indice degli argomenti

Come scegliere un pitone reale?

L’acquisto del pitone reale deve essere pianificato in dettaglio. Non bisogna farsi prendere dall’entusiasmo acquistando il primo serpente che si trova nel negozio di animali di paese. Il mio consiglio è quello di rivolgersi principalmente a negozi specializzati in rettili o ad allevatore. Non ti consiglio di acquistare un pitone troppo piccolo, perché in questi casi l’alimentazione potrebbe essere più complicata. I pitoni reali nati da poco spesso sono inappetenti e devono essere nutriti con i topi pinky che sono anche più difficili da reperire. Quindi meglio optare per un pitone più grandicello che già si nutre di topi adulti o che abbia comunque fatto qualche pasto. Ovviamente il negoziante o l’allevatore dovrà fornirvi la certificazione CITES che è obbligatoria per questi serpenti che sono inseriti nell’allegato B.

Come faccio a sapere se il pitone reale sta bene?

Il pitone deve apparire attivo, l’aspetto del corpo deve essere tonico al tatto e alla vista. Evita di acquistare pitoni che sembrano visibilmente magri e che presentano grinze di pelle ai lati del corpo. La pelle deve essere lucida e senza residui di vecchie mute (controlla bene anche gli occhi). Ovviamente verifica che l’allevatore o il negoziante tenga il serpente nelle giuste condizioni e che l’igiene sia impeccabile.

Qual è il prezzo di un pitone reale?

È difficile rispondere a questa domanda perchè i prezzi sono molto variabili. Diciamo che se non parliamo di morph e stiamo acquistando un piccolo di pitone reale ancestrale, il prezzo varia da 30 ai 60 euro. Molto dipende dal luogo in cui si sta acquistando l’animale.

Come allestire un terrario per il pitone reale?

Scegli un terrario che abbia una lunghezza minima di almeno 60 – 70 cm, e 40 cm di profondità, come altezza vanno bene anche 40 o 50 cm. non importa se sia di vetro o di legno, tuttavia per una questione pratica ti consiglio un terrario di legno. Il terrario in legno infatti permette una maggiore conservazione del calore ed è più comodo anche per la sistemazione dei vari strumenti. Ti consiglio l’acquisto dei terrari in legno Repiterra che hanno un ottimo rapporto qualità prezzo e puoi riceverli comodamente a casa tua tramite corriere acquistandoli da Amazon tramite il pulsante che trovi di seguito. Sono disponibili in varie misure. 

Il terrario ovviamente non basta. Devi necessariamente acquistare anche altri accessori per riscaldare e mantenere in modo ottimale il tuo pitone reale. Come fonte di riscaldamento ti consiglio il tappetino riscaldante che puoi scegliere in vari per potenza e lunghezza, sempre usando il riquadro sottostante. Al cavetto o tappetino dovrai necessariamente unire un termostato per impostare la temperatura..

A ciò dovrai aggiungere una vaschetta dell’acqua, una tana e un substrato oltre ad elementi decorativi come tronchi.

Leggi anche:  4 curiosità che forse non sapevi sui serpenti

A quale temperatura e umidità va tenuto il pitone reale?

La temperatura nel terrario del pitone reale deve essere tra i 27° – 32°C di giorno e i 22° -28° durante la notte. Il tasso di umidità deve essere tra il 60 e 70%. Per tenere sotto controllo questi valori ti consiglio di acquistare un igrometro che ti permette di controllare sia l’umidità che la temperature in modo ottimale. 

Come maneggiare un pitone reale?

Generalmente i pitoni reali sono molto pacifici, ma per evitare morsi e soprattutto per evitare di stressare i nostri amici bisogna prenderli in modo deciso, ponendoti dietro e non davanti al serpente. Bisogna tenerli con entrambe le mani senza stringere, dando semplicemente un doppio appoggio al serpente che deve sentirsi sempre libero di muoversi.

Come alimentare un pitone reale?

L’alimentazione del pitone reale varia in base all’età dello stesso. Il cibo ideale per questo serpente africano è costituito da topi o piccoli ratti. I piccoli devono magiare un topolino rosa ogni 4- 5 giorni circa. Man mano che il serpente diventerà più grandicello si ridurrà la frequenza del pasto, aumentando invece la dimensione della preda.

Come allevare un pitone reale: per approfondire.

Ecco, queste sono le più popolari domande su come allevare un pitone reale, alle quali ho dato risposte essenziali che rappresentano ovviamente un punto di partenza per un allevatore neofita o comunque per un appassionato. Chiaramente non si può racchiudere tutto ciò che è necessario sapere sull’argomento in un solo articolo. A chi vuole approfondire le proprie conoscenze su come allevare un pitone reale consiglio di leggere il libro Guida al pitone reale e al boa costrittore di Massimo Millefanti. 

Se hai altre domande su come allevare un pitone reale non esitare a usare la sezione commenti che trovi alla fine di questo articolo per chiedermi tutte le info di cui hai bisogno. Sarò felice di risponderti e la tua domanda potrebbe essere utile anche ad altri appassionati come te.

Leggi anche:  Fiere Rettili 2017: calendario completo di tutte le date italiane ed estere

Acquista gli accessori per rettili su Amazon

Zoomed T4016024 Repti Bark

Nobby Legno Decorativo, 28.5 x 12.5 x 15 cm

21W Tappetino riscaldante rettili

Regolatore termostato Digitale per Tappetino

Hobby 36210 - Termometro igrometro AHT1

Tanta per rettili

Acquista i terrari in legno su Amazon

Terrario in legno 100 x 60 x 60 cm

Terrario in legno 120x50x50x50cm

Terrario in legno 80x50x50x50

Acquista i terrari in vetro su Amazon

Terrario in Vetro 90X45X30 Cm Inclusa Parete Posteriore

Terrario in Vetro per tartarughe 60X45X30

Terrario in Vetro 90X45X60

Continue Reading
8 Comments

8 Comments

  1. Francesco

    06/05/2017 at 16:51

    Ciao! Grazie e complimenti per la guida. Posso chiederti se come acqua da mettergli a disposizione va bene quella del rubinetto? Scusa se sembra una domanda stupida,ma qui da me le acque sono ricche di calcare e dato che si tratta di una cosa che mi ha dato già parecchi problemi in acquaristica volevo andare sul sicuro. Inoltre, gentilmente, per un terrario 80×40 un tappetino da che voltaggio mi consigli?

    • Francesco Capasso

      06/05/2017 at 18:24

      Ciao Francesco,
      grazie per i complimenti. Purtroppo anche io ho questo problema con l’acqua del rubinetto, in realtà non è solo il calcare a rappresentare un problema per i rettili, ma anche altre sostanze presenti nelle acque delle nostre città. A questo proposito ti consiglio di leggere questo mio articolo che tratta nello specifico proprio questo argomento http://www.anfibierettili.it/acqua-anfibi-rettili-quale-scegliere/365.
      Per quanto riguarda il tappetino ti consiglio di acquistare uno da minimo 20 watt.

      Per ulteriori info e consigli non esitare a scrivermi.

      Un saluto,

  2. Lucia

    27/06/2018 at 23:51

    Ciao vorrei chiederti,è necessario anche adesso il tappetino riscaldante?e poi di sera la luce va spenta?è proprio necessaria tutta questa attrezzatura:grazie

    • Francesco Capasso

      28/06/2018 at 10:32

      Ciao Lucia, nel periodo estivo il tappetino può anche essere disattivato, tutto dipende anche dalla zona in cui abiti e dalle temperature che raggiunge la tua abitazione durante tutta la giornata. Le attrezzature che ho elencato in questa guida rappresentano il minimo necessario per allevare correttamente un pitone reale. Per ulteriori info sono a disposizione.

      Un saluto,

  3. Sergio

    29/09/2018 at 8:51

    Ciao, si può tenere un pitone reale in giardino?

    • Francesco

      29/09/2018 at 10:42

      Ciao, il pitone reale può essere allevato esclusivamente in terrario. Un saluto

      • Antonio

        10/03/2019 at 6:58

        il terrario puo essere tenuto in giardino o fuori ad un balcone?

        • Admin

          08/04/2019 at 12:33

          Ciao Antonio,

          il terrario deve essere tenuto necessariamente all’interno.

          Un saluto,

Leave a Reply

Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Guide

Rettili domestici: cosa fare prima dell’acquisto

Published

on

Informazioni sui rettili domestici  Rettili domestici: cosa fare prima dell’acquisto gecko 800887 1280 1

Vuoi prendere rettili domestici? Informati prima correttamente e scegli la specie giusta.

Come iniziare ad allevare un rettile domestico.

Sono sempre di più gli appassionati di animali esotici che decidono di acquistare il loro primi rettili domestici. È importante sapere che i rettili necessitano di attenzioni particolari, dunque, prima di procedere con il tuo nuovo acquisto è doveroso informarti riguardo le necessità e il modo corretto di allevarli. I rettili più idonei per un neofita sono senza ombra di dubbio i piccoli costrittori quali pitone reale e serpenti del grano che oltre ad essere molto docili, non richiedono particolari attenzioni. Con questi serpenti è possibile iniziare a comprendere a fondo questo straordinario mondo, che poi ti consentirà di acquistare nuovi animali che richiedono attenzioni maggiori.

Dove informarsi sulle specie di rettili domestici da acquistare?

Ci sono diversi modi per ottenere informazioni sul rettile che deciderai di allevare. Ti puoi informare tramite i blog online, oppure mediante libri e riviste del settore che spiegano come detenere un determinato rettile, quali sono le sue esigenze ecc. Una volta che ti sarai informato bene su tutte le necessità del tuo nuovo animale domestico potrai procedere con l’allestimento del terrario, a seconda se decidi di acquistare un rettile arboricolo o meno. Infatti, un rettile arboricolo necessiterà di un terrario maggiormente sviluppato in altezza che consenta di inserire rami e tronchi sui quali l’animale possa salire.

Leggi anche:  Come convincere i tuoi familiari a farti tenere un serpente

Dove acquistare il terrario, gli accessori e il nuovo rettile?

Dopo aver appreso le nozioni base per l’allevamento del rettile che più ti piace potrai finalmente procedere con l’acquisto del materiale necessario per il suo allevamento. Innanzitutto bisogna acquistare il terrario, questo può essere di vari materiali quali legno o vetro a seconda del rettile e delle tue esigenze. Per i serpenti solitamente è consigliabile acquistare i terrari in vetro perché sono più facili da pulire e a differenza di quelli in legno non tendono ad ammuffire in caso di eccessiva umidità. Successivamente puoi procedere con l’allestimento della teca scegliendo il substrato e tutti gli accessori, quali ciotole per l’acqua e il cibo ed eventuali rami da inserire nella teca. Tutto ciò lo puoi acquistare presso i negozi specializzati oppure durante una delle tante fiere in tutta Italia. Arriviamo alla fine di questa nuova avventura, è giunto il momento di acquistare il tuo nuovo rettile. Io ti consiglio di acquistarlo presso le fiere di settore, dove avrai la possibilità di scegliere l’animale giusto, lasciandoti suggerire dall’allevatore che saprà consigliarti l’animale giusto per te.

Come sistemare l’animale una volta giunti a casa?

Una volta giunto a casa con il tuo nuovo rettile dovrai posizionare la teca in una stanza in cui non ci sia troppo passaggio di persone, magari in un luogo luminoso. Ciò consentirà al rettile di ambientarsi nella nuova teca senza alcuno stress.

Continue Reading

Guide

Boa constrictor: cosa sapere prima di comprarlo

Published

on

Un esemplare di boa constrictor salmon  Boa constrictor: cosa sapere prima di comprarlo boa constrictor salmon 1

Consigli utili prima di acquistare un esemplare di boa constrictor

Il Boa constrictor insieme al pitone reale è un serpente che negli ultimi anni ha ottenuto un grande successo, in particolar modo tra le persone che si avvicinano per la prima volta al mondo dei rettili. Si tratta di un serpente davvero particolare che oltre a possedere dei colori bellissimi, raggiunge anche dimensioni considerevoli. Sul mercato attualmente è possibile acquistare anche il boa constrictor albino che presenta solitamente un colore giallo tenetene al bianco.

Allevamento e terrario per il boa

Un boa constrictor albino  Boa constrictor: cosa sapere prima di comprarlo boa constrictor albino 1 Prima di portare a casa il serpente bisogna attrezzarsi al meglio con il terrario e tutto il materiale necessario per il suo allestimento. Innanzitutto bisogna procedere con l’acquisto o la realizzazione del terrario che dovrà avere delle dimensioni minime di 120x50x50, così da consentire al nuovo ospite di potersi muovere liberamente. Successivamente bisognerà allestire la teca, introducendo al suo interno il substrato che potrà essere di vari materiali come la fibra di cocco oppure un tappetino di erba sintetica, a seconda dei propri gusti. A questo punto si può procedere con l’installazione dell’illuminazione mediante l’utilizzo di un neon posizionato sulla parte alta del terrario. Infine, va messo il tappetino riscaldate che può essere posto sotto la teca, così da riscaldare il serpente senza però rischiare di ustionarlo.
Leggi anche:  Come convincere i tuoi familiari a farti tenere un serpente

L’alimentazione del boa all’interno del terrario e il suo prezzo

Prima di procedere con l’acquisto del serpente, bisogna tener conto che il Boa si nutre di piccoli roditori quali topi bianchi e ratti. Se l’idea di dare in pasto al serpente un topo vivo non vi piace, sappiate che è possibile acquistare un boa abituato a mangiare il decongelato. Ciò consente di alimentare il serpente in modo più semplice. Boa constrictor prezzo: il costo può variare dai 50 euro per un baby fino a raggiungere i 150-200 euro per un esemplare adulto. Per quanto riguarda il Boa constrictor albino, il prezzo raggiungere cifre superiori alle 200 euro, a seconda del morph e della colorazione. Oltre al boa constrictor imperator è possibile trovare anche altre specie più rare come ad esempio il Boa constrictor amarili oppure il Boa constrictor longicauda che sono due sottospecie.

Acquista il terrario per il Boa constrictor su Amazon

Exo Terra Terrario in Vetro 60X45X90 Cm Inclusa Parete Posteriore

Exo Terra PT2614 Terrario in Vetro 90X45X60 Cm Inclusa Parete Posteriore

Terrario in legno, 60 x 120 x 60 cm

Continue Reading

Guide

Axolotl: un insolito ospite nell’acquario

Published

on

Axolotl albino axolotl Axolotl: un insolito ospite nell’acquario axolotl ambystoma mexicanum in front of a white PMUSTAN 1 1 1

Ecco alcune informazioni sull’axolotl che potranno esserti d’aiuto

Prima di acquistare un axolotl, procedi con l’allestimento dell’acquario che dovrà essere di almeno 60 litri, così da consentire all’axolotl di avere spazio a sufficienza per muoversi liberamente. A questo punto è importante posizionare l’acquario in un luogo della casa dove non ci siano troppi rumori o movimento affinché l’anfibio non subisca alcun tipo di stress perchè si tratta di un animale particolarmente delicato.

Cosa inserire all’interno dell’acquario per axolotl

Axolotl di profilo axolotl Axolotl: un insolito ospite nell’acquario axolotl ambystoma mexicanum in front of a white P3UXWUK 1 1 1

Axolotl acquario

la prima cosa da inserire all’interno dell’acquario sarà un piccolo filtro di quelli a cascata. L’installazione del filtro dovrà essere meticolosa, così da limitare il più possibile le correnti all’interno dell’acquario che potrebbero stressare l’animale. Successivamente si dovrà procedere con l’inserimento del substrato, che deve essere composto da ciottoli di medie dimensioni così da evitare che durante l’alimentazione l’axolotl possa ingoiarlo, rischiando un occlusione intestinale. Infine, si può procedere con l’inserimento di piccole piante e perché no, anche di un nascondiglio come ad esempio una grotta per i pesci.

Axolotl: acquario, accessori da installare

L’axolotl non necessita dell’ausilio di un riscaldatore, ciò è dovuto al fatto che in natura la temperatura dell’acqua in cui vive può variare tra i 16° ai 21°. Ovviamente il discorso cambia se si vive in luoghi particolarmente freddi. In tal caso sarà necessario l’inserimento di un riscaldatore affinché la temperatura non scenda al di sotto dei 16 gradi. Per aiutarti a tenere sotto controllo la temperatura è possibile installare un termometro digitale che ti consentirà di conoscere la temperatura esatta dell’acqua. Infine, come ultima cosa da installare c’è l’illuminazione. Quest’ultima non dovrà essere troppo forte perché potrebbe provocare stress all’animale.
Leggi anche:  4 curiosità che forse non sapevi sui serpenti

Axolotl vendita: dove si può comprare?

Gli axolotl si possono acquistare nei negozi specializzati oppure presso le tantissime fiere che vengono organizzate durante l’anno in tutta Italia. Axolotl prezzo: gli axolotl non hanno un costo eccessivo, infatti per meno di 100 euro è possibile acquistare una coppia. Il prezzo varia anche in base all’axolotl che si sta per acquistare, infatti, quelli albini o con colorazioni particolari hanno un prezzo maggiore rispetto a quelli ancestrali.

Acquista l'acquario per axolotl su Amazon

Tetra Starter Line Acquario LED, Set Completo 61 x 36 x 32 cm

Amtra System 80 LED Black Sfondo 3D 83.5 x 35 x 53.5 cm

Acquario Milo LuxLine, Nero, 100 X 30 cm

Continue Reading

Archivi

Categorie

Trending