Come costruire un terrario per tartarughe

Vuoi scoprire come costruire un terrario per tartarughe? Sei nel posto giusto.

Il terrario è un oggetto indispensabile per chi possiede dei rettili. Sul mercato è possibile acquistare un terrario per tartarughe prefabbricato, ma in alcuni casi, si ha l’esigenza di realizzare un terrario con delle misure o delle forme particolari che non si possono acquistare online. In questo articolo andremo a vedere insieme come realizzare un terrario per tartarughe terresti in pochi semplici passaggi.

Di cosa avremo bisogno per la realizzazione del terrario per tartarughe?

Per procedere con la costruzione della teca avremo bisogno di diversi attrezzi e materiali. Innanzitutto bisogna scegliere il tipo di legno da adoperare, possibilmente non trattato e privo di vernici. A questo punto bisognerà predisporre tutti i vari utensili come avvitatore, viti, binari e lastre di vetro da adoperare come chiusura della teca stessa. Un attrezzo davvero utile per la costruzione del terrario è senza ombra di dubbio una buona sega circolare. Questa consente di tagliare i pezzi di legno in modo pratico e veloce senza il rischio di crepare il legno o danneggiarlo.

Come realizzare il terrario?

Per prima cosa bisogna decidere che dimensioni dovrà avere il terrario, una volta scelte le dimensioni è possibile tagliare i pannelli in legno con l’aiuto della sega circolare. Successivamente bisogna carteggiare attentamente i bordi appena tagliati così da eliminare eventuali schegge che potrebbero ferire le tartarughe. Eseguita questa operazione si deve procedere con  il fissaggio delle varie parti e successivamente con l’installazione dei binari sui quali scorreranno le due lastre di vetro.

È consigliabile installare prima la slitta inferiore e dopo quella superiore così da poter inserire comodamente le due lastre di vetro al loro interno.  A questo punto non resta altro da fare che adoperare una punta sferica per realizzare i fori di ventilazione della teca che andranno effettuati a destra nella zona alta e a sinistra in quella bassa. Così facendo si avrà un corretto ricircolo dell’aria all’interno della teca evitando la formazione di muffe o altri batteri che potrebbero causare problemi alle tartarughe. Come ultima cosa, ma non per questo meno importante, bisogna forare il terrario nella parte alta. Ciò permetterà il passaggio del cavo per l’alimentazione della lampada che riscalderà i nostri amati animaletti. Questi sono i consigli basilari per la costruzione di terrari per tartarughe detti anche (erroneamente) tartarughiere di terra.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.