Sei in
Home > Rettili > Serpenti > Boidi > Boa constrictor

Il boa constrictor  è uno dei serpenti più allevati al mondo, gli altri nomi comuni con cui è conosciuto sono boa comune e boa coda rossa e proviene da paesi come Suriname, Guyana, Perù e Brasile.

SCHEDA SINTETICA
Famiglia: BOIDAE;Il centro e sud America è l'areale di diffusione del Boa constrictor
Nome scientifico: Boa constrictor imperator;
Nome inglese: Boa constrictor;
Lunghezza: 2-4 m;
Dieta: mammiferi, uccelli;
Attività: Crepuscolare, notturno,;
CITES: App. II, All. B;

DESCRIZIONE

I boa sono facilmente reperibili, nelle fiere e da molti allevatori specializzati, perché sono stati allevati in cattività per decenni. I prezzi variano da 40 euro sino alle 400 per i morph. Le femmine di boa constrictor possono raggiungere 5 metri di lunghezza, i maschi sono più piccoli, di solito da 3 a 4 metri di lunghezza i boa constrictor sono molto longevi di fatti ci sono casi documentati di boa in cattività vissuti più di 40 anni; Tuttavia, la durata media della vita in cattività è dai 20 a 30 anni.

 

 

STABULAZIONE

Boa constrictor in un terrario
photo credit: Allen Watkin (license)

Per i boa constrictor adulti bisogna utilizzare dei terrari di legno o di vetro di dimensioni adeguate, di norma dovrebbe essere: alto 90 cm lungo 1 m e profondo 60, con molti fori per l’areazione che dovranno essere posti nei lati della teca. Un altro metodo di allevamento sono i rack, quest’ultimi sono usati principalmente per l’allevamento a fini di vendita, di fatti non sono altro che contenitori di plastica impilati ma in questo modo l’animale all’interno non si vede. Riguardo l’allestimento è molto importante non far mancare rami e tronchi nel nostro terrario per far sentire a  casa il nostro boa e soprattutto non bisogna far mancare un nascondiglio che potrebbe essere un vaso per fiori con una piccola apertura per far sentire al sicuro il nostro boa.

In vece per quanto riguarda la temperatura della teca bisogna variare dai 28/32° di giorno ai 26/28° di notte con una umidità tra il 65/80%, è molto importante creare una zona calda ed una fredda che servirà al nostro serpente per la termoregolazione, dunque andremmo a sistemare una spot in un angolo della teca dove al di sotto ci sarà la ciotola con l’acqua per favorire l’umidificazione e una più fredda dove ci sarà il nascondiglio del nostro boa

Per quanto riguarda il substrato è consigliabile usare il giornale, di fatti è il più igienico e facile da cambiare. Ma ci sono molte varianti come il tappetino d’erba sintetica o la fibra di cocco che è molto utile per mantenere l’umidità nella teca.  In fine ma non meno importante è l’acqua, di fatti il boa constrictor ne ha molto bisogno. Andremmo a posizionare una ciotola di dimensioni adeguate al nostro serpente così da permettergli di immergersi completamente, l’andremo a posizionare sotto la spot o sopra il tappetino riscaldate e nel periodo di muta del nostro serpente ci aggiungeremo un po’ di camomilla per facilitare il distaccamento della pelle.

E ‘molto importante ricordarsi che il boa come molti costrittori ha una digestione lenta, dunque anche da baby non servirà nutrirli tutti i giorni ma bensì una volta a settimana con un topolino piccolo che pesa dai 10 ai 15 grammi, invece per quanto riguarda gli adulti la dieta varierà in base alla dimensione, dunque potremo dargli da mangiare dei ratti da 100 gr o più.

RIPRODUZIONE

Di solito le femmine di Boa constictor raggiungono la maturità sessuale intorno ai 30/36 mesi di età, i maschi sono più precoci e sono maturi intorno ai 18/24 mesi di età. Per prepararli all’accoppiamento inizieremo ad abbassare, durante il giorno, le temperature in modo graduale nel corso di circa 4-6 settimane. Le temperature medie nei terrari vengono leggermente abbassate(1-2°C), e contemporaneamente anche durante la notte (3-5°C sotto alla diurna), applicando nebulizzazioni più frequenti di giorno, si aumenterà l’umidità al suolo provocando ai Boa una percezione di cambiamento climatico abbastanza similare a quella che ai tropici rilevano nella stagione delle piogge, quando nella selva l’umidità permane maggiormente al suolo per via delle più basse temperature notturne. Tutti questi accorgimenti faranno si che i nostri boa si accoppino, una cosa importante da sapere e che i boa non depongono le uova, di fatti sono ovovivipari dunque partoriscono. Generalmente  nascono dagli 11 ai 60 piccoli di dimensioni che variano dai 40 a 45 cm di lunghezza.

In copertina photo credit: Claude Valette (license)

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Top